[[],[],[],[],[],[{"id":2549,"name":"Dragonide","full_text":"
\"Dragonide\"<\/div><\/header>
 <\/div>
<\/figure>

 <\/p>

\"Suo padre restava immobile sul primo dei tre gradini che conducevano al portale. Le scaglie sul suo volto avevano perso colore lungo i bordi, ma Mehen il Senza·Clan sembrava ancora in grado di sconfiggere un orso a mani nude. Non aveva più la sua armatura consumata, al suo posto indossava una corazza di scaglie violacea e decorata di scintillanti simboli d'argento. Sul suo braccio compariva un blasone, il simbolo di una qualche casata straniera. La spada sulla schiena non era cambiata, era la stessa che aveva portato fin da prima di trovare i gemelli  abbandonati in fasce alle porte di Arush Wayem. Farideh aveva imparato molto presto a decifrare le espressioni sul volto di suo padre e considerava quell'abilità una grande fortuna. Un umano incapace di notare il movimento dei suoi occhi o quelli di Havilar non avrebbe visto altro che l'indifferenza di un drago sul volto di Mehen il Senza-Clan. Tuttavia il movimento delle scaglie, la curvatura della cresta, la posizione degli occhi, l'apertura delle fauci e l'intero volto di suo padre in genere le trasmettevano messaggi fin troppo chiari.<\/i> Stavolta però, perfino Farideh vide soltanto uno strato di scaglie completamente immobile e lèsse sul volto di suo padre l'indifferenza di un drago.\"<\/i><\/p>

- Erin M. Evans, The Adversary<\/i><\/div>


I dragonidi, generati dai draghi, come il loro stesso nome implica, si fanno strada con fierezza in un mondo che li accoglie con titubanza e incomprensione. Creati dalle divinità draconiche o dai draghi stessi, i dragonidi si schiusero originariamente dalle uova di drago come una razza unica in cui si mescolavano i migliori attributi dei draghi e degli umanoidi. Alcuni dragonidi sono fedeli servitori dei veri draghi, mentre altri fungono da truppe di fanteria in grandi guerre, e altri ancora vagano allo sbando, senza alcun chiaro obiettivo nella vita.<\/p>

FIERA STIRPE DI DRAGO<\/span><\/strong><\/dt><\/dl>

Un dragonide è molto simile a un drago in posizione eretta, ma è privo di ali o di coda. I primi dragonidi sfoggiavano scaglie di colori accesi, che richiamavano i colori dei draghi loro progenitori, ma molte generazioni di incroci hanno portato a un aspetto più uniforme. Le loro piccole ed eleganti scaglie sono solitamente di colore ottone o bronzo, variando a volte fino a tonalità rosse, ruggine, oro o verderame.
I dragonidi sono creature alte e robuste, raggiungendo quasi i 2 metri d'altezza e pesando oltre i 150 kg. Possiedono mani e piedi molto forti, dotati di artigli simili a quelli dei rapaci; ogni mano e piede ha tre dita e un pollice opponibile.
In alcuni clan di dragonidi il sangue di un particolare tipo di drago scorre con forza. Questi dragonidi spesso sfoggiano scaglie molto simili a quelle dei draghi loro antenati: rosso, verde, blu, bianco o nero lucido, oppure scintillanti tonalità di oro, argento, ottone, rame o bronzo.<\/p>

CLAN AUTOSUFFICIENTI<\/span><\/strong><\/dt><\/dl>

Per ogni dragonide il clan è più importante della vita stessa. I dragonidi mettono la devozione e il rispetto nei confronti del proprio clan al di sopra di ogni altra cosa, perfino delle divinità. La condotta di un dragonide si riflette sull'onore del suo clan e chi disonora il clan rischia l'espulsione e l'esilio. Ogni dragonide conosce molto bene la sua posizione e i suoi doveri all'interno del clan ed è obbligato dall'onore a rispettare i limiti di quella posizione.
Il continuo desiderio di migliorarsi personalmente è indicativo dell'autosufficienza dell'intera razza. Per i dragonidi è importante dimostrarsi abili ed eccellere in ogni impresa. Odiano fallire e non lasciano nulla di intentato prima di arrendersi. Per un dragonide, raggiungere la massima maestria in una determinata abilità è un obiettivo che può durare tutta una vita. I membri delle altre razze che dimostrano una dedizione analoga riescono a guadagnare facilmente il rispetto di un dragonide.
Anche se tutti i dragonidi si sforzano di essere autosufficienti, sanno bene che in certe difficili situazioni un aiuto può essere necessario. Ma la migliore fonte di aiuto resta sempre il clan, e quando lo stesso clan necessita di aiuto, si rivolge a un altro clan di dragonidi prima di chiedere aiuto ad altre razze o alle divinità.<\/p>

Nomi dei Dragonidi<\/b><\/span><\/h2>

Un dragonide ha un nome proprio che gli viene attribuito alla nascita, a cui antepone il nome del clan in segno d'onore. Spesso tra i compagni di nidiata si usano anche nomi o soprannomi d'infanzia dal significato descrittivo o affettivo. Questi nomi possono fare riferimento a un evento o basarsi su un'abitudine.<\/p>